Thursday, 27 September 2012

Note from Chad/3

L'evoluzione delle nostre policy

Naturalmente questa ridefinizione causerà una revisione delle regole generali di Etsy su chi può vendere e cosa può essere messo in vendita. Le linee guida del nostro mercato sono rimaste praticamente invariate dal 2009. Vi abbiamo detto come abbiamo rafforzato le regole, ma il prossimo passo sarà avere una miglior struttura per il futuro. La nostra politica non è così chiara e le regole non si sono sviluppate di pari passo con le necessità dei venditori.

All'inizio di Etsy il "venditore" era una singola persona, un artigiano (più spesso un'artigiana) che fa tutto da solo. per alcuni negozi rimanere gestiti da una sola persona è ancora la scelta giusta. Mentre altri per raggiungere i loro obiettivi hanno bisogno di più aiuto. Sappiamo che non è ancora chiaro ai venditori se possono o menoassoldare persone per aiutarli a mandare avanti il negozio, e quanto della produzione può essere affidata ad altri, esterni o interni al loro business. Questa mancanza di chiarezza rende complicato a molti venditori attenersi alle regole anche per affari che non abbiamo nessun interesse a bloccare. Di seguito l'esempio di come una delle nostre policy sulle location impedisce una bella colaborazione tra madre e figlia:

Ho delle difficoltà a capire le ragioni dietroad una delle regole di Etsy... Miamadre è andata da poco in pensione, e ha ripreso il suo vecchio hobby di fare bigiotteria con le perline. L'ho incoraggiata ad aprirsi un negozio su Etsy, ma non è capace di gestirlo senza assistenza... Pensai che sarebbe stato bellissimo sorprenderla aprendole un negozio e gestendolo, inizialmente, per far in modo che prenda confidenza con la vendita online... o chiesto il permesso di gestire al posto suo il negozio, permesso che mi è stato negato eprchè non vivo con lei. olti figli adulti che hanno i genitori in pensione cercano il modo di aiutarli a portare avanti iloro hobby e a tenersi al passo con la new economy. Questa regola ci impedisce dicondividere la gioia che dà essere parte di una community come Etsy, ed è perlomeno sconfortante.

Ecco, questo succede quando una regola nata con la buona intenzione di evitare l'entrata di mega industrie impedisce senza intenzione l'accesso ad una realtà familiare. Sappiamo che questo deve cambiare. Il motivo per cui non l'abbiamo ancora cambiata è duplice. Per prima cosa è un lavoro molto delicato autorizzarvi a crescere mantenendo comunque intatto quello spirito di handmade che ha reso Etsy unico. Ci stiamo ancora ragionando sopra. In seconda battutanon possiamo decidere dei cambiamenti senza un imput da parte vostra. Per questo motivo non abbiamo sistemato nessuna delle nostre regole durante il periodo delle vacanze, ma abbiamo intenzione di aggiornarvi nel prossimo anno nuovo. Nel frattempo, ci piacerebbe davvero sentire le vostre storie, come quella riportata qui sopra. Sarebbe poco lungimirante pensare di poter crescere senza cambiare le nostre politiche, ma abbiamo intenzione di farlo in modo che a dettare la direzione siano i vostri traguardi.

Celebrare e ricompensare il successo


Vogliamo costruire una community dove sia possibile che ognuno decida le dimensioni del suo business, ma comunque il successo sia ricompensato. Abbiamo sentito alcuni venditori che hanno iniziato da nulla a costruire il loro successo, ma non fanno altro che minimizzare quando ne parlano nei forum o nei team. Francamente penso che si atragico. In un mondo dove molte persone lottano contro la finanza, avere regole che scoraggiano la gente a condividere il proprio successo e ad ispirare gli altri è un fallimento.
Ho sentito chiacchere secondo cui l'unico motivo per cui Etsysostiene i suoi migliori venditori è per evitare la perdita che conseguirebbe al loro abbandono. Non è così che la pensiamo qui dentro. Abbiamo chiesto ai venditori di successo i Etsy perchè abbiano lasciato questo posto, ma non abbiamo mai calcolato la quantità di rinnovi persi da quando se ne sono andati. Come compagnia emergente, ci interessa fornire strumenti e servizi che servano alla direzione che i nostri membri stanno prendendo. I "top sellers" ci indicano che direzione sta prendendo il nostro futuro.

Cosa significa questo per il futuro

Guardando avanti stiamo cercando modi di incoraggiare il successo e ricompensare l'ambizione. Non abbiamo intenzione di cambiare il mondo pensando in piccolo. Per creare più guadagno possibile, mentre conserviamo il cuore e l'anima di Etsy, ci servirà il vostro aiuto.

Stiamo costruendo la strada verso il futuro, ma per costruirla davvero abbiamo bisogno di sapere come vedete la vostra di strada. Sappiamo che la parola successo ammette molte diverse declinazioni su Etsy, ecco perchè vi chiediamo di mandarci le vostre storie e i vostri pensieri all'indirizzo di posta: future@etsy.com

Voglio che Etsy sia una compagnia indipendente il più a lungo possibile, e ancora più importante che permetta ai venditori di essere indipendenti, e che gli permetta di vivere, non di sopravvivere. Cambiare il mondo significa pensare in grande, e vogliamo pensare in grande con voi.

4 comments:

ireneagh said...

Grazie per questa traduzione Clode! :***
grnatilissima as always..
è giusto?? XD

Claudia said...

Giusto Irene! ;D

:***

Its Time To Dream said...

Grazie per tutto il tuo lavoro!

Claudia said...

Grazie Delfi!

:*